Meridianosedici A m'arcord

 
 Home  |  A m'arcord  |  Filosofia  Vespa & Lambretta  La Stampa  Incentives  Informazioni  Contatti
                                                                                                                                                                                    
       
      



      

 

Le nostre

Vespa & Lambretta

 

Da una geniale idea di riconversione di due industrie Italiane nell'immediato dopoguerra, nascono questi due miti, esportati in 120 paesi diversi e oggi di fama planetaria.

 

Meridianosedici vanta nel suo parco otto esemplari di entrambe i marchi; modelli che vanno dal 1953 al 1963 che mette a  disposizione in eccellenti condizioni.

 

Entrambe i veicoli hanno avuto la fortuna di avere testimonial d'eccezione nel panorama cinematografico di quegli anni: fortunatissima la Vespa con Audrey  Hepburn e Gregory Peck nell'indimenticabile "Vacanze Romane",

fortunata la Lambretta con Gina Lollobrigida e Rock Hudson con il meno noto "Torna a Settembre".

 

Sia la Vespa, riuscitissimo ed accattivante esercizio stilistico; che la Lambretta, gioiello indiscusso di tecnica ed efficienza, hanno rappresentato per le giovani generazioni degli anni '50 e '60 un punto di riferimento estetico ed un emblema di sviluppo e di crescita.

 

La Piaggio ebbe lo spunto a produrre la prima Vespa nel 1946, dall'esigenza di smaltire le migliaia di piccole ruote per aerei da guerra che intasavano i magazzini, ed affid˛ il progetto a Corradino D'Ascanio.

 

La Innocenti mise in cantiere la Lambretta - che prese il nome dal paese Lambrate e dal fiume che scorre davanti a quello che era lo stabilimento della grande azienda, il Lambro - solo un anno dopo nel 1947, per smaltire i tubi serviti a produrre elementi d'artiglieria; segui il progetto Pierluigi Torre.

La produzione della Lambretta cess˛ nel 1971.

 

C'Ŕ un'altro elemento curioso che accomuna le due storie: Corradino D'Ascanio (Vespa) era Ingegnere Aeronautico e Pierluigi Torre (Lambretta) era un Ingegnere in forza al Centro Sperimentale Aeronautico.

 

Forse sarÓ per questo che i due Scooter hanno avuto le "ali".